Buio in sala /3

(di quando parlo di film che ho visto chissà quando, chissà dove e chissà che mi ricordo)

Dylan Dog (Kevin Munro3, 2010)

Diciamocelo: non è partita bene fin da subito. Un film mollato in mano a un ex stuntman, che non ha un finanziamento adeguato, di un personaggio che – in America – conoscono e amano in pochi e, come tale, non necessitava di assoluta fedeltà alla carta stampata. E poi i problemi produttivi, il blog del regista che dichiarava – tutto orgoglione – che aveva tagliato personalmente i capelli al protagonista, la mancanza di distribuzione. Guardiamo in faccia la realtà: ha trovato un distributore italiano solo perché si sperava che gli oltre 800.000 lettori del fumetto si riversassero nelle sale, portandosi dietro familiari e amici. Ecco. No. Cioè, magari qualcuno sì, ma no. Io stesso, sempre per essere onesti, ho avuto la possibilità di vedere il film gratis e quindi ci sono andato, perché altrimenti forse sì, ma forse anche no. Risultato: è un film che anche gratis è brutto. Ma brutto in maniera imbarazzante, di quel brutto che, a un certo punto, ti guardi intorno spaesato, pensando “Ma che ci faccio qui? Perché non mi sto drogando?”. Il problema è che è brutto anche senza tenere conto del fumetto, anche preso come a sé stante. Non è giustificabile tanta sciatteria nello scrivere una storia. Non una sceneggiatura, proprio una storia.  Io non parlo di effetti speciali, di recitazione, di regia, parlo del fatto che la sceneggiatura è totalmente incapace di seguire una linea narrativa, uno stile narrativo e una narrazione in generale. E parte in maniera anonima, perdendo man mano sempre più senso e sempre più il senno. Alla fine rimani lì a chiederti perché non ti drogavi. E non trovi una risposta valida.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Cinemino e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Buio in sala /3

  1. Emilz ha detto:

    Eh ma infatti meglio rileggersi un fumetto anziché sprecare dei soldini per una merda anticipata. Tu sei semi-giustificato, io non ci sarei mai andato, neanche aggratis.

  2. Arcadia ha detto:

    Fabrizio, non c’entra niente coll’oggetto del post (per cui scusa lo spam), ma domani vado da mio fratello, per cui penso che per un po’ sarò senza pc. Ti faccio pertanto i miei più sinceri auguri di Buona Pasqua. Auguri che estendo anche ai tuoi cari ;). Ciao, a presto, un abbraccio.

  3. therealzen ha detto:

    Ciao caro, tanti auguri anche a te. 🙂

    Zen

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...