Come l’edera.

C: “Ho scoperto che i fiori che avevamo piantato insieme sono ancora vivi mentre li davo per spacciati, sarà stupido ma fa impressione trovare in germoglio verde nel mezzo di niente, facciamo che lo prendo come un segno di rinascita và.”
Zen: “Be’ sì, è una bella cosa, secondo me. Una cosa così fragile che ha retto le intemperie. Imitala.”
C: “Sì, ma anche tu però.”
Zen: “Io sono l’edera.”
C: “Si ma l’edera non molla mai.”
Pwned. (e comunque hai ragione, grazie)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Tutti i giorni e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Come l’edera.

  1. Pea ha detto:

    ci si aiuta a vicenda :* (e comunque io ho sempre ragione :D)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...