Caro utente dell’Internet…

Il mezzo ti è ormai noto, caro utente dell’Internet, e hai ben presente come funziona, apparentemente, e quali possibilità ti dà.
Tuttavia ti vorrei fare presente due cose che, forse, con il tempo, ti sono passate di mente o non ci fai più caso o hai pensato “ma dai, chi vuoi che se ne accorga?” e invece sono ancora vere.
1. Sì, c’è un sacco di gente che ti ascolta. Tra questa gente ci sono dei tuoi amici, magari dei buoni amici, magari amici del cuore. Ma assieme a loro c’è gente che è semplice conoscente e persino gente che non sai chi sia, ma che è lì perché Internet è come una piazza e se sali su una cassetta a parlare ad alta voce non sai chi può fermarsi ad ascoltare. E quindi mi preme farti presente che in virtù di ciò, in virtù del fatto che non tutti quelli che ascoltano sono persone con cui hai confidenza, la condivisione di qualsiasi cosa ti succeda, qualsiasi particolare imbarazzante, quella volta che avevi la diarrea o di quando la stavi leccando a una e c’aveva le mestruazioni e sembravi uno che ha morso qualcuno alla giugulare o che tuo padre non ti ha comprato la Barbie o cose simili, ecco, non è che debbano per forza saperle tutti. Perché sono cose tue, private, a volte personali, e se per te non è un problema raccontare delle tue ragadi anali, magari per un altro è un problema vedersele sbattute in faccia. In linea di massima, caro utente dell’Internet, quando stai per scrivere qualcosa, specialmente se è qualcosa che riguarda solo te e pochi intimi, fermati un secondo e chiediti “sì, ma quelli che leggono che colpa ne hanno?” e vedrai che, il 99% delle volte, ti verrà da risponderti “niente” e da non scriverlo.
2. Una delle frasi che mi ricordo spesso, detta da Mark Rein·Hagen, e sulla quale concordo è che in quest’epoca di silicio abbiamo la possibilità di far sentire la nostra voce. Però se anche ci sono i social network e la possibilità di intervenire su qualsiasi argomento, caro utente dell’Internet, non è necessario che tu abbia sempre qualcosa da dire su tutto. Detta come va detta: se tenessi tappata quella cazzo di bocca almeno per tre quarti del tempo che passi online faresti un grosso favore a tutti, te compreso.
Distinti saluti.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Scazzo e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...