I picked up my bag, I went lookin’ for a place to hide…

La sveglia che suona e  ti strappa da quello strano sogno che stavi facendo. La seconda sveglia che suona e ti ricorda che non puoi continuare a poltrire. La terza sveglia che suona e, per qualche strano motivo, sembra meno gentile le prime due, come se dicesse “basta con le stronzate, alzati e vai a fare il tuo lavoro”.
I gatti che ti seguono per casa e, quando ti vedono fermo, indeciso su quale sia il tuo prossimo passo, si stendono a pancia all’aria, suggerendoti qualcosa da fare per passare il tempo.
La signora Afra che ti vede stanco e tu vedi stanca lei e lei ti dice che non dorme e ti chiede se tu lo fai e dici che sì, tu dormi, ma non sono sonni tranquilli e, quindi, è un po’ come non dormire, ma pazienza.
Le strade della domenica mattina, silenziose, nessuno in giro, a parte te che ti aggiri con la radio accesa dove due pessimi dj provano a fare i giovani e probabilmente lo sono, ma ci provano così male da sembrare vecchi.
La radio accesa ti regala The weight e All right now e ti ritrovi a pensare a cose che non sai neanche tu cosa sono, un po’ perché dormi ancora, un po’ perché lasci che la mente viaggi libera.
La campagna che ti accoglie, mentre comincia a fare caldo e tu hai film e libri da leggere e da scrivere e altri progetti, ma continui a pensare che devi assolutamente fare delle lavatrici o cominciare ad apprezzare il nudismo come forma di vita.
Ci sono persone che vuoi vedere e che non vedi e persone che vuoi sentire, ma non senti. Parli con estranei che ti chiedono di camere e di tariffe. Sorseggi caffè e mangi brioche. Metti su Bob Dylan. Bob Dylan ha sempre il pezzo giusto per qualsiasi momento e qualsiasi sentimento. Lo ascolti cantare My back pages e ti chiedi se eri davvero più vecchio allora e se sei davvero molto più giovane, ora.
Respiri a fondo, finisci il caffè e guardi il mondo attorno a te, riconoscendo dove ti trovi.
Infine, cominci la tua giornata.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Scazzo. Contrassegna il permalink.

10 risposte a I picked up my bag, I went lookin’ for a place to hide…

  1. amilcaxas ha detto:

    bob dylan ha sempre un pezzo giusto per ogni occasione o per ogni risveglio!

  2. La il@ ha detto:

    Una lunga carburazione.. 😀 [simpatica narrazione della fatica di ingranare la giornata]

  3. Dama Arwen ha detto:

    interessante il nudismo…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...