Let’s go back, let’s go back…

 

aretha

Che poi il mio aneddoto preferito su Aretha Franklin è questo: durante le riprese di The Blues Brothers, nella scena del diner, quando Aretha non ci pensa manco per sogno a lasciar andare il suo Matt “Guitar” Murphy, attacca a cantare “Think”, in ciabatte e grembiule.
E Aretha la canta, lì sul set, dopo avere già registrato la versione che poi verrà montata nella colonna sonora della pellicola. La scena la fanno una, due, tre, quattro, cinque volte e niente: ogni volta, lei la canta in maniera differente. Bellissima, potente, incredibile come era lei, ma sempre in maniera differente. Non è mai uguale. Non è mai uguale, soprattutto, alla versione registrata in studio e pronta per essere montata nell’audio.
Alla fine verranno utilizzate diverse inquadrature di diverse riprese, scegliendo, tra le diverse versioni, quelle il cui labiale si adattasse alla famosa, maledetta versione registrata.

Questa voce è stata pubblicata in Melodia del suono e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.