And not have to dream of what I dream of…

Oggi è il Blue Monday.
Dicono che sia il giorno più triste dell’anno. E, ovviamente, non poteva che cadere di lunedì.

Oggi mi hanno mandato un abbraccio e mi sono commosso. Seduto in ufficio cercavo di non mettermi a piangere, anche se avrei potuto dire “è colpa del Blue Monday” (ma qui non conoscono queste cose strane e, quando le spieghi, comunque non hanno reazioni di interesse o altro).

Quindi, niente, è il Blue Monday, ma ho avuto un sacco di lavoro da fare e, a parte la parentesi dell’abbraccio, non ho avuto modo di pensarci.
Non ho neanche messo su musica triste. Ho ascoltato un best of dei Guns’n’Roses e, nelle canzoni romantiche, mi distraevo.

Ho pensato ai progetti paralleli e a cose che devo fare. Mi sono concentrato sulla pressione che sento, per non pensare alla tristezza.
Il che mi pare una mossa non tanto furba, ma non sono mai stato una cima, quindi…

E insomma, è andata bene, finora. Anche se è il Blue Monday. Anche se mi hanno mandato un abbraccio.

Al resto ci penserà uno spritz.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Tutti i giorni e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

4 risposte a And not have to dream of what I dream of…

  1. paolina ha detto:

    allora lascio qui un abbraccio, non si sa mai.

  2. did ha detto:

    Lo spritz è sempre un’ottima panacea. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.