2019 finora /3

Stan & Ollie racconta del tour inglese di Laure & Hardy, quando ormai la loro popolarità era scemata e faticavano a trovare produttori per i loro film. Alternato al presente, alcuni flashback sul loro passato (particolarmente sul periodo in cui Laurel lasciò Hal Roach, il produttore per cui lavoravano, a causa di dissidi finanziari), che mostra le crepe che si ripercuotono sulla loro relazione.
Coogan (Stan) e Reilly (Hardy), ce la mettono tutta e sono molto bravi. Il film vive di alcuni momenti estremamente dolci e mette in scena la loro amicizia che fu profonda e radicata ben fuori dalla scena. Però la pellicola non riesce a centrare appieno il bersaglio e si rivela, tutto sommato, innocua e poco trascinante (a parte, appunto, alcuni momenti).

Siccome, a volte, mi capita di fissarmi in maniera maniacale di appassionarmi alle cose, qualche mese fa ho letto “He”di John Connolly. Si tratta di una biografia romanzata della vita di Stan Laurel e della sua carriera con Hardy (sempre raccontata dalla punto di vista di Stanlio). Scritta in maniera curiosa, con frasi secchissime e molto brevi, senza che il nome di Laure sia mai citato (è lui il “He” del titolo e, spesso, le frasi cominciano così “He is not happy. He thinks something lacks), superato il primo momento di straniamento, il libro ti prende e ti tiene incollato, portandoti a divorarlo pagina dopo pagina. Inoltre, “He” è anche l’eccellente racconto della Hollywood di quegli anni, con tanti nomi che ritornano, dove si raccontano fatti, storie e tragedie del periodo d’oro. Connolly è chiaramente innamorato di Laurel & Hardy, ma racconta le cose con onestà, non sorvola sul carattere donnaiolo di Hardy, sulla ossessione verso Chaplin di Laurel, sui multipli matrimoni di entrambi, sui vizi del gioco, dell’alcol, sui colpi di testa e così via. Uno dei migliori testi sulla coppia che abbia mai letto e consigliatissimo.

Che possiamo dire del teaser di Episodio IX?
In breve: registicamente e visivamente molto bello (ma Abrams sa dove si piazza una cinepresa). Sulla storia non si può dire molto, perché, ovviamente, non se ne sa nulla. Alcune perplessità me le sollevano il richiamo al teaser di Episodio I, i resti della Morte Nera, il titolo e, ovviamente, la risata di Palpatine. È come se, dopo quel Episodio VIII in cui urlavano a pieni polmoni “basta con il vecchio Guerre Stellari! Largo al nuovo!” e dopo il mezzo flop di “Solo”, ci tenessero moltissimo a tranquillizzarci sul fatto che è ancora Guerre Stellari, uè non facciamo scherzi, venite in sala, mica come con i nuovi Star Trek, eh?
Attendo il vero trailer, per dire di più, ma al momento – se non convinto – sono quanto meno positivamente interessato.

Electro-shock blues è un album di 21 anni fa. Ventuno anni. Quando è uscito io ancora studiavo all’università e il mondo mi sembrava la mia ostrica.
Sentii solo un paio di canzoni (al periodo mi piacevano altre cose). Lo riscoprii 6 anni fa e l’ho consumato, da allora. Poi è passato un po’ nel dimenticatoio.
La settimana scorsa ho voluto riascoltare “P.S. you rock my world” e ci sono di nuovo dentro con tutte le scarpe. L’ultima cosa di cui avevo bisogno. Il che significa che era la cosa migliore che mi potesse capitare.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Cinemino, Melodia del suono e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a 2019 finora /3

  1. Giuseppe Marino ha detto:

    Anche tu irretito dal video di Last Stop: This Town? Da 21 anni è uno di quei boh? cento? album in rotazione perenne.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.