Archivi categoria: Scazzo

You got to hold on. Take my hand, I’m standing right here. You gotta hold on…

Ci sono giornate difficili e piene. Ci sono giornate difficili e piene che cominciano male. Quelle giornate che ti lasciano il tempo del caffè e della torta per colazione, per sentirti a posto con il mondo. (quando hai cominciato a … Continua a leggere

Pubblicato in Scazzo | Lascia un commento

Maybe when our story’s over, we’ll go where it’s always spring…

Siedi e fumi e guardi fuori. Pensi alla signora Afra che ha venduto il bar e pensi agli amici che ti aspettano. Hai voglia di allungare le gambe e di sgranchirle e di andare da qualche parte, ma non sai … Continua a leggere

Pubblicato in Scazzo | Lascia un commento

Just keep swimming

È quando il tuo cervello ti sveglia alle sei, regalandoti pensieri sul tuo lavoro, sui gruppi in arrivo oggi, mutandoli in sogni dove sei in ufficio e organizzi transfer e orari e, a un certo punto, capisci che non è … Continua a leggere

Pubblicato in Scazzo | Contrassegnato | Lascia un commento

Il mondo spiegato semplice

[Cliente che sto portando in giro per la città e che mi mostra menù raccattati dai tavolini dei bar, per spiegarmi come dovrebbe essere quello che gli propongo] Io: “Ascolta, questo è un servizio che non ha a che vedere … Continua a leggere

Pubblicato in Scazzo | Contrassegnato , | Lascia un commento

Era una notte buia e tempestosa…

Cose che mi mettono ansia, legate alla scrittura: Non scrivere; Scrivere e non scrivere quello che/bene/quanto vorresti; Rileggere le ultime righe del libro che stai scrivendo e non ricordarti di cosa volevi scrivere; Rileggere la ultime righe del libro che … Continua a leggere

Pubblicato in On writing, Scazzo | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

This jail has me imprisoned, but in this cell I don’t belong…

La sveglia che suona e tu decidi di ignorarla, perché hai un appuntamento in un ufficio, a uno sportello, con uno sconosciuto, e non senti il bisogno di alzarti di fretta e furia. Gli ultimi rimasugli di sogni, gli ultimi … Continua a leggere

Pubblicato in Scazzo | Lascia un commento

We used to share a drink and let the demons out…

Forse la cosa più difficile di avere cambiato città e paese è la mancanza degli amici che ti eri fatto. Il senso di nostalgia per quando prendevo il cellulare e scrivevo “ci sei per bere uno spritz?” o per organizzare … Continua a leggere

Pubblicato in Scazzo | Lascia un commento