Archivi categoria: Scazzo

With a head held high, and a heart so big, one fist at the sky and shake a leg…

Ieri è stata una giornata piena.Ieri mattina è nato il figlio di uno dei miei migliori amici.Quello che non sapevo è che, forse mentre nasceva, se ne andava una persona a cui tengo. Anni fa andai a fare un week … Continua a leggere

Pubblicato in Scazzo | 1 commento

‘Cause fire is the devil’s only friend…

“Ma, di preciso, tu, nella vita, cosa fai?”“Manco il bersaglio.” (e, a volte, in maniera talmente clamorosa che arrivano Guglielmo Tell, Robin Hood, Hawkeye e persino quella gran culo di Cenerentola, mi mettono una mano sulla spalla, e mi fanno … Continua a leggere

Pubblicato in Scazzo | Contrassegnato , , , , | 2 commenti

Giorni a chiedersi tutto cos’ era, vedersi ogni sera…

Non lo so cosa mi diresti, se fossi qui. Non so se mi consoleresti o se troncheresti questo peso che ho sul petto con una delle tue verità secchissime.Non lo so perché, ogni tanto, mi guardo intorno e mi accorgo … Continua a leggere

Pubblicato in Scazzo | Lascia un commento

But, inside your head there’s a record that’s playing a song called “Hold on, hold on, you really got to hold on…”

Quelle strane giornate dove il tempo passa in fretta, poi si ferma, poi riprende a scorrere, poi si ferma di  nuovo e tu, improvvisamente, non sai che ora sono, che giorno è, che persona sei. Parli con colleghi. Parli con … Continua a leggere

Pubblicato in Scazzo | Contrassegnato | 3 commenti

So would you play that crazy little song again for me?

Ho cominciato a lavorare in questo ufficio a Luglio 2017. Tra le varie regole che ci sono, una prevede il non poter usare cuffie. Siamo in un open space, è richiesto che parliamo tra di noi e poi c’è il … Continua a leggere

Pubblicato in Melodia del suono, Scazzo | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

You got to hold on. Take my hand, I’m standing right here. You gotta hold on…

Ci sono giornate difficili e piene. Ci sono giornate difficili e piene che cominciano male. Quelle giornate che ti lasciano il tempo del caffè e della torta per colazione, per sentirti a posto con il mondo. (quando hai cominciato a … Continua a leggere

Pubblicato in Scazzo | Lascia un commento

Maybe when our story’s over, we’ll go where it’s always spring…

Siedi e fumi e guardi fuori. Pensi alla signora Afra che ha venduto il bar e pensi agli amici che ti aspettano. Hai voglia di allungare le gambe e di sgranchirle e di andare da qualche parte, ma non sai … Continua a leggere

Pubblicato in Scazzo | Lascia un commento

Just keep swimming

È quando il tuo cervello ti sveglia alle sei, regalandoti pensieri sul tuo lavoro, sui gruppi in arrivo oggi, mutandoli in sogni dove sei in ufficio e organizzi transfer e orari e, a un certo punto, capisci che non è … Continua a leggere

Pubblicato in Scazzo | Contrassegnato | Lascia un commento

Il mondo spiegato semplice

[Cliente che sto portando in giro per la città e che mi mostra menù raccattati dai tavolini dei bar, per spiegarmi come dovrebbe essere quello che gli propongo] Io: “Ascolta, questo è un servizio che non ha a che vedere … Continua a leggere

Pubblicato in Scazzo | Contrassegnato , | Lascia un commento

Era una notte buia e tempestosa…

Cose che mi mettono ansia, legate alla scrittura: Non scrivere; Scrivere e non scrivere quello che/bene/quanto vorresti; Rileggere le ultime righe del libro che stai scrivendo e non ricordarti di cosa volevi scrivere; Rileggere la ultime righe del libro che … Continua a leggere

Pubblicato in On writing, Scazzo | Contrassegnato , , , | Lascia un commento