Rotto.

C’è una parte di me che sogna molto. Sogna un sacco di cose, tra cui persone con cui sto bene e con le quali vorrei avere più tempo a disposizione, rispetto a quello che mi concedo, in questo momento.
C’è un’altra parte, invece, che ha cominciato a ritrarsi e a portarmi con sé. Che non ha voglia di vedere le persone, non ha più voglia di sorridere per finta a quelle che trova noiose, presuntuose o semplicemente sgradevoli. In realtà ha piacere di vedere poche persone scelte e preferisce non vedere nessuno, se queste persone non ci sono.
In verità mi piace immaginarmi relazioni e incontri. Mi piace pensare a uscite, ad appuntamenti, a storie. Ma semplicemente non sono in grado di andare oltre all’immaginazione, perché il pensiero di qualcosa di stabile e che vada oltre il momentaneo brivido di piacere di un nuovo inizio mi provoca solo ansia e spavento. Sono rotto, non sono in grado. So che rovinerei tutto e allora preferisco non cominciare niente.  Una volta mi sarei gettato nelle nuove relazioni con il cuore leggero e gioioso, aspettando di vedere cosa sarebbe successo e cosa avrebbe portato il domani. Ora sono rotto e so cosa porta il domani e non sono in grado di accettarlo serenamente.
Quindi siamo io e la mia metà che si ritrae e pochi altri, quando riescono a esserci. A volte mi manca, la spontaneità che avevo. A volte no. A volte sono semplicemente rotto.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Scazzo. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Rotto.

  1. Marymiao ha detto:

    Una risposta scontata a questo post sarebbe “Quando si cade da cavallo l’unica cosa da fare e rimontare subito in sella” Un colorito modo per suggerirti di provare, di buttarti di nuovo, ma come si fa a suggerire qualcosa che tu stesso trovi banale e impossibile da fare?! E dire che non credo questo sia uno sfogo da vita buia ma, come affermi in un altro post, solo di chi vive con il freno a mano tirato, eppure è così vicino a quello che penso e ralizzo del mio attuale ora che un poco mi consola scoprire di non essere l’unica a sentirmi così… Infondo rispondere ad un post non vuol dire necessariamente dare una risposta, magari è sufficiente condividere una realtà, magari basta a metter insieme qualche coccio?! Quello che scrivo non ha senso, nè capo nè coda, ma era tanto che qualcosa non stuzzicava la mia voglia di scrivere come le tue parole… questo basterà a perdonare l’inconcludenza?! I hope 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...